Kismet: installazione,configurazione e piccola guida all’uso

Questa guida è stata offerta da T4n|n0 Ru|3z

Kismet è un piccolo tool per le reti wireless che funge da sniffer,detector e intrusion detection system ( in pratica serve a monitorizzare tutto ciò che succede su una rete wireless :P ). Oggi vi farò un mini tutorial su come installarlo,configurarlo e avviarlo mostrandovi alcuni dei comandi principali.

Sul sito ufficiale www.kismetwireless.net troverete il download e una piccola documentazione con un forum della community. Se siete invece utenti ubuntu,basterà digitare nel terminale:

sudo apt-get install kismet

Dopo averlo installato,bisogna configurarlo. Sempre da terminale apriamo il file di configurazione di kismet:

sudo gedit /etc/kismet/kismet.conf

Il file di configurazione è abbastanza commentato e chiaro nonostante sia inglese. Ci sono molte voci che potete configurare ma l’unica che non dovete dimenticare è quella relativa alla configurazione della scheda wireless. Cercate la voce “source” e troverete una cosa simile:

source=type,interface,name

che ci suggerisce appunto di sostituire quei campi con il tipo di scheda wireless che possediamo,il nome dell’interfaccia wireless ed un identificativo sempre della scheda wireless. Dovreste sapere almeno che scheda wireless tenete ma se proprio non lo ricordate,da terminale date un bel

lspci | grep Network

e vi verrà restituita la vostra scheda wireless. La mia è una  Intel Corporation PRO/Wireless 3945ABG e quindi usa i driver ipw3945. Questi sono stati però sostituiti a partire dal kernel 2.6.24 con gli iwl3945. Ecco quindi come si presenterà la voce “source” nel file kismet.conf

source=iwl3945,wlan0,Intel

Bene. Diciamo che è tutto pronto. Naturalmente voi dovete inseriri i vostri dati,ecco alcuni esempi:

source=madwifi_b,ath0,madwifi
source=orinco,eth1,Orinoco
source=prism,wlan0,hostap
source=viha,en1,AirPort

Se volete ci sono altre voci da configurare come

suiduser=vostro_username

Dove dovreste indicare l’username del vostro account dove lanciare kismet. Con ubuntu però,ciò non funziona infatti kismet va lanciato sempre da root. Avete già capito che quindi tutto dipende dalla vostra distrubuzione e basterà solo settare bene il kismet.conf. Per avviare l’applicazione con ubuntu,digitate semplicemente:

sudo kismet

e vi troverete difronte la schermata principale che vi mostrerà subito qualche rete wireless nei paraggi ( se ce ne sono ). Inizialmente sono ordinate di default con il criterio “Autofit” ma se premete il pulsante “s” potete cambiare il criterio di ordine in SSID, cronologia ed altri criteri. La seguente immagine è ad esempio orinata per SSID:

Order by SSID

Order by SSID

Se premete “h” si aprirà in una piccola finestra l’help dei comandi. Ora provate a posizionarvi sopra ad una rete wireless e premete “i”. Vi verranno mostrati sempre in una nuova finestra i dettagli della rete selezionata. Premendo “L” vi verrà mostrata la potenza del segnale. Ricordate che più un segnale è forte più informazioni riuscirete a ricavare.

Ora so che state pensando,volete crackare la WEP Key di una rete vero? Eheh posso solo dirvi che almeno per oggi di questo non ve ne parlerò e che kismet non vi permette nulla del genere. Per crackare una wep,dovrete usare la suite aircrack . Per ora vi posso rimandare a cercare su google alcune guide al wardriving e posso consigliarvi quella del mio amico BlackLight che è comunque valida. La trovate  su http://blacklight.gotdns.org/wiki/index.php/Wardriving

A presto ;)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: